One Identity
flow-image

Le 12 domande critiche da porsi nella scelta di una soluzione AD Bridge

Questa risorsa è pubblicata da One Identity

La maggior parte delle aziende oggi ha ambienti IT eterogenei, con Microsoft Active Directory (AD) che fornisce l'accesso a Windows per la maggior parte degli utenti, ma anche altre piattaforme come Unix, Linux e Mac OS X che forniscono servizi critici. Ma ognuno di questi sistemi ha i propri requisiti di identità, autenticazione e accesso. Ciò significa che gli utenti possono avere decine o centinaia di password da ricordare e inserire e gli amministratori possono avere decine o centinaia di identità per utente da fornire, riproporre, deprovisionare e amministrare. Le soluzioni AD bridge risolvono questo problema consentendo ai sistemi Unix, Linux e Mac OS X di partecipare come "cittadini a pieno titolo" ad Active Directory. Il consolidamento delle identità in AD riduce la complessità e i costi, migliorando la sicurezza, la conformità e la produttività. Questo whitepaper identifica una serie di domande chiave da porre quando si valutano le soluzioni AD bridge e spiega come One Identity offra le soluzioni ideali per soddisfare le esigenze di ogni organizzazione.

Scarica Ora

box-icon-download

*campi obbligatori

Please agree to the conditions

Richiedendo questa risorsa accetti i nostri termini di utilizzo. Tutte le informazioni sono protette dalla nostra Informativa sulla Privacy. In caso di dubbi, si prega di contattare l'indirizzo e-mail dataprotection@headleymedia.com.

Categorie collegate Cifratura, Single Sign-On (SSO)